Creare un blog o un sito internet: le cose da sapere e gli strumenti da usare

Ti piacerebbe creare un sito internet per la tua attività oppure lanciare un blog personale e ti stai chiedendo da dove partire?

Che sia un blog dove condividere le tue passioni e scrivere di te, oppure un sito dedicato alla tua piccola azienda, questo spazio su internet ti rappresenta. Per questo motivo prima di iniziare è fondamentale prendersi un po’ di tempo per chiarirsi le idee. Di sicuro l’aspetto positivo è che non serve essere un tecnico per creare un blog di tutto rispetto. Tutti quelli che hanno un po’ di dimestichezza con il computer possono riuscirci, con un po’ di pazienza, impegno e soprattutto gli strumenti giusti!

Ecco perché in questa pagina abbiamo deciso di raggruppare le risorse e gli strumenti indispensabili per chi vuole realizzare il sogno di avere un sito internet.

 

WordPress: per realizzare il tuo sito web

Parlando di sito web o blog bisogna considerare che oltre il 36% di tutti i siti al mondo sono realizzati con WordPress, il più famoso fra i CMS, Content Management System (maggio 2020 fonte W3technews).

Nato principalmente come piattaforma per il blogging questo fantastico software si è evoluto fino ad essere oggi un vero e proprio sistema per realizzare qualsiasi sito internet, dal blog personale all’ecommerce più evoluto. Il vantaggio? E’ gratis e si può utilizzare liberamente! E’ infatti un software open source aggiornato e mantenuto da una comunità di sviluppatori davvero unica fatta di persone eccezionali che si ritrovano in tutto il mondo nei WordCamp…ma questa è un’altra storia.

Ovviamente è importante anche scegliere l’hosting giusto, che supporti e sia compatibile con WordPress. I migliori hosting permettono infatti di installare WordPress in pochi click ed avere subito il sito online; alcuni hanno anche un servizio di WP preinstallato.

 

Come scegliere il miglior hosting per rapporto qualità prezzo?

Lo spazio dove è ospitato il tuo sito/blog equivale alle fondamenta del tuo progetto: se sono fatte bene allora tutto il sito web funzionerà correttamente. Su internet si trovano offerte di tutti i tipi dagli hosting gratuiti ai server dedicati. L’ideale è scegliere un fornitore di servizi dove puoi acquistare sia il nome a dominio del tuo sito e lo spazio hosting dove installare i file. Alcuni elementi da considerare sono:

  • Prezzo
  • Supporto al cliente
  • Ubicazione dei server
  • Risorse disponibili per il tuo sito
  • Tipi di server e tecnologia disponibile

Se stai cercando le migliori offerte hosting per rapporto qualità prezzo e per velocità di assistenza al cliente allora ti conviene dare un’occhiata a ServerPlan. Questo servizio di hosting è davvero eccezionale per qualità e anche per assistenza. I prezzi partono da 24 euro all’anno per un hosting condiviso da 2GB di spazio su SSD, 1 GB di memoria Ram e certificato SSL (https) gratuito incluso. Inoltre spesso ci sono dei codici sconto ServerPlan che permettono di avere un risparmio ulteriore. Se il tuo sito/blog avrà poi successo potrai sempre procedere con upgrade sia dello spazio che delle risorse. Insomma se non sai con che hosting iniziare scegli ServerPlan e vai sul sicuro! Maggiori info qui

Se hai in mente un progetto internazionale puoi dare un’occhiata a BlueHost che offre a chi vuole creare un blog un piano a € 3,61/mese, con dominio incluso per il primo anno, certificato SSL incluso, support 24/7 e installazione WordPress in un click.

Dai colori ai contenuti, dalla grafica ai testi: tutto è facilmente modificabile e se si vuole installare subito un design per un sito internet di un ristorante oppure di un blog di cucina si può scegliere tra le centinaia di modelli (Divi Layout) già preimpostati, con foto gratis utilizzabili liberamente nel proprio sito! Il pacchetto di Elegant Themes include inoltre anche Extra, un altro tema davvero interessante e molto ben fatto (il sito che stai leggendo è costruito proprio con questo tema) e inoltre moltissimi altri strumenti utili come il plugin Monarch per la condivisione social e Bloom, un email opt-in plugin.

Elegant Themes è una vera è propria famiglia di prodotti e di persone, con varie community sparse in tutto il mondo e un servizio supporto al cliente 24/7 tramite chat (purtroppo solo in inglese) che fornisce risposte ai dubbi e aiuta a risolvere in modo pratico eventuali problemi sul sito.

Il tema Divi compreso nel pacchetto di ElegantThemes è di sicuro tra i migliori temi WordPress per chi parte da zero, ma anche per chi vuole avere fin da subito a disposizione tutti gli strumenti per progettare siti web nel modo più professionale possibile. Recentemente ElegantThemes ha inoltre sviluppato il plugin DIVI Builder che permette di utilizzare la potenza di DIVI su qualsiasi tema WordPress.

Il prezzo del pacchetto completo Elegant Themes con centinaia di design e i plugin menzionati è di $ 89/anno oppure $ 249 per l’accesso lifetime (a vita). Scopri di più qui

Ci sono alternative?

Il pacchetto offerto da DIVI è davvero imbattibile, ma ci sono anche altri Builder visivi, per chi stà cercando strumenti per sviluppare autonomamente la grafica del sito WordPress. I migliori sono Elementor e Beaver Builder che rende il design davvero semplice e viene utilizzato da oltre 1 milione di siti web nel mondo.

Alcuni puristi del codice sostengono che l’utilizzo eccessivo di shortcode utilizzato da temi come Divi possa infatti creare qualche difficoltà in caso di passaggio ad un ulteriore layout grafico o ad altro tema. Si tratta in sostanza di un problema di tipo tecnico per il quale la maggior parte degli utenti non ha nessun riscontro. Recentemente, i web designer più interessati al codice e alle prestazioni del sito, guardano all’utilizzo di temi leggeri per WordPress semplici e dal codice pulito come GeneratePress, disponibile in versione gratis e premium, a cui spesso viene abbinato il builder per WordPress Elementor.

Performance: velocizzare un sito o un blog in WordPress

La velocità del sito è determinante per avere successo online, sia che si tratti di un blog che di un sito ecommerce. La velocità di caricamento è infatti uno dei circa 200 fattori SEO di ranking. Senza addentrarci troppo nel mondo della SEO (search engine optimization) questo insieme di fattori comprende tanto per citarne alcuni fra i più importanti: avere nel proprio sito contenuti di qualità (originali e non duplicati), una struttura interna coerente ed ottimizzata (consigliabile utilizzare un plugin come Yoast SEO o Rank Math, backlink di valore ricevuti da altri siti e appunto la velocità nel caricamento.

Per spiegare in modo semplice, questo insieme di fattori SEO determina se un sito comparirà o meno nelle prime posizione del motore di ricerca (es. Google e ad altri come Bing) e sarà quindi facilmente raggiungibile dagli utenti.

Per quanto concerne la velocità di caricamento, partiamo dal presupposto che in linea generale le persone hanno poca pazienza e non sono disposte ad attendere “lunghi ed interminabili secondi” prima di poter accedere a quello che vogliono. Secondo alcune ricerche di Google del 2017 la probabilità che un utente esca subito dal sito aumentano di circa il 30% se il tempo di caricamento della pagina passa da 1 secondo a 3 secondi. Oggi probabilmente questo dato deve essere rivisto. Infatti alcuni siti, soprattutto quelli di notizie, caricano in modo quasi istantaneo quando l’utente naviga da smartphone grazie all’utilizzo del progetto AMP (Accelerated Mobile Pages). Per questo motivo l’utente è sempre meno disponibile ad aspettare il caricamento della pagina. E’ fondamentale quindi che il sito si carichi il più velocemente possibile.

Ma perché un sito web è lento?

La lentezza è determinata da vari fattori. Il principale è l’appoggiarsi ad un hosting scarso e sovraffollato, che fornisce un server di basso livello con risorse limitate e magari localizzato all’estero, fattore che allunga ulteriormente i tempi di caricamento. Poi alle volte la colpa è del tema WordPress lento, delle eccessive personalizzazioni, dell’elevato peso delle immagini e del numero di plugin (software che aggiungono funzionalità al sito), alcuni sviluppati senza attenzione alle prestazioni.

Che soluzioni ci sono per un sito internet lento?

Risolvere le problematiche di cui parlavamo poc’anzi, avere un hosting performante, utilizzare un tema WordPress leggero con pochi plugin, caricare immagini leggere ed ottimizzate è di sicuro un buon punto di partenza. Tutto ciò comunque non basta se si vogliono raggiungere ottimi livelli di velocità e performance. E’ a questo punto che entrano in gioco la cache e i plugin per velocizzare il sito.

La cache è un sistema che permette di ridurre notevolmente i tempi di caricamento in quanto fornisce all’utente una copia esatta della pagina web senza che il server debba in modo dinamico creare quella pagina.

Per fare un esempio, immagina di dover fare questa operazione matematica (1250 x 12) a mente o con carta e penna. Sicuramente ti servirà qualche qualche secondo in base alla tua abilità. Una volta ottenuto il risultato (1250 x 12 = 15.000) ti risulterà molto più facile, anzi immediato rispondere nuovamente alla stessa domanda. La stessa cosa la fa il tuo sito quando utilizza un sistema di cache: risponde in modo immediato fornendo il risultato, cioè la pagina web.

WP Rocket: la soluzione per avere un sito internet veloce

Esistono diversi plugin di cache, alcuni sono gratuiti ed altri sono premium (definizione con la quale si identificano i plugin a pagamento). I principali sono WP Rocket, W3 Total Cache, WP Super Cache e WP Fastest Cache.

Se da un lato questi plugin mettono il turbo al tuo sito, quando non sono configurati correttamente o vengono attivate tutte le funzionalità disponibili (oltre a quelle base anche quelle più avanzate da testare con cautela) possono al contrario danneggiare il sito, rompendo il layout ed ottenendo così l’effetto opposto.

Per questo motivo avere a disposizione un supporto tecnico fa la differenza. Ecco perché se si vuole utilizzare un plugin di cache e andare sul sicuro la soluzione migliore è installare WP Rocket.

Appena installato WP Rocket integra l’80% delle tecniche di web performance, senza nemmeno effettuare altri click e senza attivare alcuna opzione o configurazione. Oltre ad essere considerato dai principali esperti di WordPress il miglior plugin di cache, WP Rocket è una vera e propria soluzione all in one per chi vuole migliorare le performance di un sito. Si tratta di un software user friendly, semplificato il più possibile per dare all’utente le migliori performance ed evitare tutto ciò che è superfluo.

WP Rocket plugin di cache

Inoltre, a differenza di altri plugin, WP Rocket ha un servizio di supporto tramite ticket anche in italiano con tempi di risposta davvero rapidi. Questa condizione è davvero da non sottovalutare quando si lavora sull’ottimizzazione di un sito web, dove spesso si hanno tante domande e si vuole risolvere un problema il prima possibile.

Insomma WP Rocket è l’asso nella manica di molti blogger e sviluppatori di siti in WordPress. L’unico aspetto negativo è che non c’è una versione gratis, ma grazie alla policy di 14 giorni soddisfatti o rimborsati si ha il tempo di provarlo e restituirlo nel caso non ci sia stato un miglioramento della velocità del sito.

Il costo di WP Rocket come licenza singola è di $ 49 all’anno, ma è previsto uno sconto del 50% in fase di rinnovo. Chi ha maggiori esigenze può invece scegliere la licenza Plus installabile su 3 siti ($ 99/anno) oppure la licenza WP Rocket Infinite installabile su un numero illimitato di siti internet ($ 249/anno). La licenza è annuale, allo scadere dell’anno il plugin funziona ancora ma aggiornamenti e supporto non sono più disponibili. Scopri di più su WP Rocket qui

Come dicevamo inizialmente i plugin di cache migliorano notevolmente la velocità di un sito, ma se sono troppo complicati possono anche realizzare l’effetto opposto. WP Rocket è certamente la soluzione ideale, ma se non vuoi acquistare un plugin premium e stai cercando un plugin di cache gratuito puoi valutare altri strumenti. Fra i più semplici per evitare qualsiasi rischio di compromettere il sito e avere solo un assaggio di cosa la cache può fare troviamo il plugin Cache Enabler.

Moduli di contatto e lead generation: WPForms

Uno degli strumenti più importanti di un sito web è poi sicuramente il modulo di contatto. Sia che il tuo scopo sia di fare un blog di cucina, un ecommerce o semplicemente il sito di un’associazione culturale gli utenti in qualche modo devono contattarti.

I principali temi WordPress hanno integrato un modulo contatti che può essere personalizzato in base alle informazioni necessarie per fare quella che in gergo si definisce lead generation, cioè acquisizione di contatti a cui puoi inviare una newsletter oppure vendere un bene o un servizio.

Da questo punto di vista temi WordPress come DIVI di Elegant Themes di cui abbiamo parlato in questo articolo offrono davvero ottime soluzioni che di sicuro possono bastare alla maggior parte degli utenti. Per esigenze specifiche però meglio utilizzare un plugin professionale come WPForms. Questo plugin infatti moltiplica le potenzialità di un normale modulo di contatto arrivando perfino ad inserire la possibilità di inviare pagamenti tramite PayPal. Inoltre quando si inviano/ricevono i dati degli utenti è importante anche garantire un ottimo livello di sicurezza per questo motivo utilizzare un plugin premium come WPForms fa la differenza.

Il prezzo per una licenza annuale di WPForms è di $ 79/anno per la versione base, ma puoi approfittare spesso delle offerte 50% OFF a $ 39.50. Tutte le informazioni qui

Come tradurre un sito web in altre lingue

E per tradurre facilmente il tuo sito internet in altre lingue e ampliare così i confini della tua azienda o del tuo blog? In questo caso il plugin più semplice da usare è Weglot che in pochi minuti fa una traduzione del tuo sito senza sforzi.

Facile da installare e compatibile con tutti i principali CMS, piattaforme e temi, Weglot individua automaticamente la struttura e i contenuti all’interno delle pagine del tuo sito. La traduzione può essere automatica attraverso un sistema di apprendimento offerto dalle migliori tecnologie sul mercato (Microsoft, DeepL, Google and Yandex) oppure umana. Le pagine sono automaticamente indicizzate seguendo le linee guida di Google (title, metadata, hreflang, …) Inoltre, Weglot ti mette disposizione anche un team di traduttori professionali. Il piano gratuito prevedere fino a 2000 parole, mentre il piano starter fino a 10.000 parole tradotte in una lingua parte da € 99 all’anno. Scopri di più qui


Questi sono solo alcuni fra i principali tools e strumenti che possono servire per iniziare a creare un sito internet o ottimizzare un blog. La lista viene aggiornata costantemente.

Qui di seguito invece puoi trovare dei link utili per migliorare le tue competenze web e implementare il tuo progetto.