Tirocinio professionale per mediatori civili.

 

Il 26 agosto 2011 è entrato in vigore il decreto ministeriale 6 luglio 2011 numero 145, che contiene il regolamento con le modifiche al decreto del Ministro della Giustizia 18 ottobre 2010, n. 180. (Vedi il regolamento sulla gazzetta ufficiale qui.)

Alcune delle novità erano già in parte preannunciate, tuttavia è interessante rilevare come sia stato definitivamente inserito l’obbligo di svolgere un tirocinio assistito di 20 mediazioni svolte presso organismi iscritti, al fine di ottenere l’abilitazione all’attività di mediatore.


Volendo fare chiarezza, questo tirocinio si riferisce a tutti i mediatori che hanno frequentato e ottenuto l’abilitazione sia prima che dopo la data del 26 agosto 2011. L’organismo iscritto è obbligato a consentire gratuitamente il tirocinio assistito, disciplinandolo nel proprio regolamento. Alcuni di questi nuovi dettagli sono stati introdotti con la circolare del 20 dicembre 2011 Interpretazione misure correttive decreto interministeriale 145/2011

Per i mediatori iscritti prima del 26 Agosto 2011 sarà poi obbligatorio per continuare l’attività effettuare 20 casi di mediazione previsti dal tirocinio entro il 25 Agosto 2013.

Un tirocinio dunque, che tra le altre cose andrà ripetuto ogni due anni, per fare in modo che le competenze e l’aggiornamento dei mediatori siano sempre in primo piano. Attualmente la mediazione obbligatoria è stata dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale. Molto probabilmente vi saranno nuovi sviluppi in futuro anche per quanto riguarda il tirocinio professionale che potrebbe sembrare troppo oneroso e impossibile da effettuare vista la riduzione del numero di mediazioni.

 

Potresti trovare interessante anche questo articolo:

Mediatore civile: Designato per competenza professionale e per tipologia di laurea

Altre notizie dal web:

Tirocinio mediatori civili e commerciali

In vigore il nuovo regolamento sulla mediazione